IL LUPO E IL LEONE (LE LOUP ET LE LION)
Prima visione

20/01/2022 IL LUPO E IL LEONE (LE LOUP ET LE LION)

Genere: Avventura - Famiglia
Regia: Gilles De Maistre
Lingua: Italiano
Durata: 99 minuti

Trama: un cucciolo di lupo e un cucciolo di leone smarriti vengono salvati da una ragazza nel cuore del deserto canadese. la loro amicizia cambier per sempre le loro vite

Con: Molly Kunz, Graham Greene, Charlie Carrick, Derek Johns, Rebecca Croll


27/01/2022 13419 La necessità del ritorno

Regia: Roberto Attias
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Uno spettacolo, forte, duro, intenso, di denuncia contro ogni discriminazione, che tratta il tema della deportazione degli ebrei dal ghetto di Roma con leggerezza ed emozione. Una storia romana ma internazionale, parlata in romanesco e giudaico romanesco. Un atto unico che, nel corso degli anni, è stato visto e apprezzato anche da moltissimi ragazzi e professori delle scuole medie e superiori in tutta Italia, per il suo valore didattico, emotivo, senza essere didascalico, autocommiserativo o pedante, accompagnato dalle bellissime e struggenti canzoni dell’epoca scelte per l’occasione da Gianni Borgna. Un uomo misterioso. Il suo strano racconto ci porta nella placida Roma degli anni ’30. La miseria delle leggi razziali, la la guerra, la lotta partigiana ed infine lo spettro della deportazione, fanno da sfondo ad un dramma personale che si risolverà con un un finale shock, in un vero giallo psicologico. “ 13419” non è solo l’incontro fortuito tra un uomo d’ordine e visitatore misterioso. Non è neppure solo un giallo psicologico, un’indagine di polizia, né un semplice flusso di coscienza. “ 13419” è tutto questo insieme, ma è anche, soprattutto, l’occasione per ribadire l’esigenza che certe memorie non si perdano nel tempo

Con: Stefano Antonucci, Gaetano Mosca, Ruben Attias, Federico Antonucci, Roberto Attias


Ecce homo
PRIMA NAZIONALE

05/02/2022 Ecce homo

Regia: Cristiano D'alisera
Lingua: Italiano
Durata: 100 minuti

Trama: Dopo w le donne, lo show che illustrava la netta superiorità della donna sull’uomo, Riccardo Rossi non poteva esimersi dal parlare di questi ultimi, dividendo la loro esistenza in un grande trittico: l’infanzia, la maturità e la vecchiaia. Questo spettacolo quindi affronta l’incapacità dell’uomo di dare un senso alla sua vita; per questo s’intitola ecce homo, per assolvere l’uomo dalla colpa di non essere donna!

Con: Riccardo Rossi


06/02/2022 UNPLANNED - LA STORIA VERA DI ABBY JOHNSON

Genere: Drammatico
Regia: C. Konzelman, C. Solomon
Lingua: Italiano
Durata: 109 minuti

Trama: Unplanned narra la storia (vera) di Abby Johnson, una ex-dipendente dell’organizzazione di cliniche mediche piú potenti al mondo, la Planned Parenthood. Il suo lavoro e la sua carriera procedevano a gonfie vele, finché un giorno scopre una realtà diversa da quanto immaginava

Con: A. Bratcher, B. Ryan, R. Scott, J. Lotz


10/02/2022 Au revoir

Regia: Luca Gabos, Viviana Falco
Lingua: Italiano
Durata: 60 minuti

Trama: Au Revoir è un monologo brillante nel quale la giovane attrice Viviana Falco, si cimenterà nel ruolo di Claudia Rossi attrice pluripremiata e diva dello star system, all’ apice della sua carriera, verrà messa a dura prova da una serie di disavventure, che la porteranno a una scelta cruciale. Il monologo mette in evidenzia le esperienze intime di un artista, i sentimenti, le frustrazioni che ci sono dietro a quella che apparentemente può sembrare una vita tutta rose e fiori. La protagonista vivrà varie situazioni dove ci sarà spazio anche per l’amore, dove la certezza diventa incertezza, precarietà, la sua carriera all’apice cadrà nel dimenticatoio senza un vero motivo, e si ritroverà a fare i conti con sé stessa

Con: Viviana Falco


15/02/2022 Tartassati dalle tasse

Regia: Eduardo Tartaglia
Lingua: Italiano
Durata: 120 minuti

Trama: Quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che da nipote e figlio di baccalaiuolo si ritrova ora proprietario orgoglioso di un ristorante internazionale di sushi all’ultima moda. e che dopo tanti sacrifici avrebbe voluto ora godersi anche un po’ la vita; magari anche grazie a qualche piccola “furbizia” di contribuente… e che si ritroverà invece in balia di mille peripezie e problemi. Soprattutto costretto a risolvere il quesito che angustia la stragrande maggioranza di noi: come è possibile che due parole che da sole evocano così tanta bellezza: “equità” e “italia”, quando si uniscono si contraggono dolorosamente come chi è in preda alla più dolorosa delle coliche addominali?

Con: Biagio Izzo, Mario Porfito, Stefania De Francesco, Arduino Speranza, Roberto Giordano, Adele Vitale


25/02/2022 Ditegli sempre di si

Regia: Roberto Andò
Lingua: Italiano
Durata: 90 minuti

Trama: Lo dico subito. Ditegli sempre di sì è uno spettacolo singolare e significativo insieme: perché – nell’ambito dell’omaggio a una grande tradizione, di cui Eduardo costituisce un emblema indiscutibile – coniuga, sul filo di una coerenza fruttuosa, il ricordo del passato con il rispetto per il presente e l’apertura di questo a una prospettiva di rinnovamento. Enrico Fiore, Controscena Imparato è un poetico strampalato con la grazia di mille tic. a fargli da sorella è una Carolina Rosi impagabilmente docile e introversa. Tutta la Compagnia è guidata con lucido metodo da Roberto Andò. Rodolfo Di Giammarco, La Repubblica Non finisce mai di stupire il teatro di Eduardo: ogni volta si scoprono nei suoi testi nuovi significati, valori profondi e più crudeli sentimenti: in un repertorio che è stranoto, ma che ogni volta rivela un acume e una grandezza davvero senza pari. Il personaggio di Michele Murri prende corpo con grande felicità ed efficacia in Gianfelice Imparato, un attore ormai straordinario nella sua consapevole ricchezza espressiva. Gianfranco Capitta, Il Manifesto Davanti a uno spettacolo della qualità di questo Ditegli sempre di sì bisogna riconoscere il coraggio di Roberto Andò nel leggere Eduardo prescindendo dall’invadente ricordo che ancora abbiamo di lui attore. e il risultato c’è, con un testo che resta molto divertente. Paolo Petroni, Ansa La commedia scorre con scioltezza, in equilibrio tra i vari registri, da quello farsesco al comico fino al grottesco. Fabrizio Coscia, Il Mattino Andò spinge la sua visione in una dimensione internazionale che è già tutta dentro Eduardo ma che allestimenti più autoreferenziali rischiano di lasciare tra le pieghe delle battute, senza cadere nell’errore opposto di cancellare del tutto le matrici popolari del testo. a bilanciare la commedia su un altro versante ci pensano tutti gli attori, espressione robusta di una scuola di antiche radici. Stefano de Stefano, Il Corriere del Mezzogiorno

Con: Carolina Rosi, Gianfelice Imparato, Edoardo Sorgente, Massimo De Matteo Federica Altamura, Andrea Cioffi, Nicola Di Pinto, Paola Fulciniti Viola Forestiero, Vincenzo D'amato, Gianni Cannavacciuolo, Boris De Paola


04/03/2022 Se devi dire una bugia dilla grossa

Regia: Pietro Garinei, Luigi Russo (2019)
Lingua: Italiano
Durata: 150 minuti

Trama: Palace Hotel, Roma. La coppia De Mitri, interpretata da Antonio Catania e Paola Quattrini, sono alle prese di una noiosa e apatica vita coniugale. La moglie desidera che suo marito le presti più attenzioni e che rimanga con lei, ma l'onorevole Dimitri rifiuta dicendo di essere impegnato al Viminale. In realtà si tratta di una bugia poiché il politico, proprio in quello stesso hotel, escogita un incontro con l'affascinante Susanna Rolandi, segretaria della fao. Per combinare l'appuntamento De Mitri coinvolgerà il suo fedele e rocambolesco segretario Mario Girini. Dopo una serie di gag ed equivoci, la moglie e il marito scopriranno la dura verità

Con: Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Paola Barale, Nini Salerno, Marco Cavallaro, Alessandro D’ambrosi, Cristina Fondi, Sara Adami, Ilaria Canalini


18/03/2022 La rottamazione di un italiano perbene

Regia: Carlo Buccirosso
Lingua: Italiano
Durata: 120 minuti

Trama: Alberto Pisapìa, ristoratore di professione, gestisce un ristorante di periferia sull’orlo del fallimento. Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal carattere combattivo, è padre di Anna e Matteo: la prima anarchica e irascibile, l’altro riflessivo e pacato. Alberto vive da quasi quattro anni una situazione di grande disagio psichico, un vero e proprio esaurimento nervoso, a causa della crisi economica del Paese e in seguito a una serie di investimenti avventati, consigliati dal fratello Ernesto, suo avvocato e socio in affari. Alberto, ormai indeciso se farla finita con la propria vita o con quella della suocera, sarà aiutato solo dall’amore della moglie Valeria, e dei figli Anna e Matteo, che si prodigheranno per salvare la vita di un onesto contribuente di ‘iniquitalia’

Con: Carlo Buccirosso, Donatella De Felice, Elvira Zingone, Giordano Bassetti, Fiorella Zullo, Peppe Miale, Gino Monteleone, Matteo Tugnoli, Davide Marotta, Tilde De Spirito


25/03/2022 Il malato immaginario

Regia: Guglielmo Ferro
Lingua: Italiano
Durata: 110 minuti

Trama: Il teatro come finzione, come strumento per dissimulare la realtà, fa il paio con l'idea di Argante di servirsi della malattia per non affrontare "i dardi dell’atroce fortuna”. Il malato immaginario ha più paura di vivere che di morire, e il suo rifugiarsi nella malattia non è nient’altro che una fuga dai problemi, dalle prove che un’esistenza ti mette davanti. La tradizione, commettendo forse una forzatura, ha accomunato la malattia con la vecchiaia, identificando di conseguenza il ruolo del malato con un attore anziano o addirittura vecchio, ma Moliere lo scrive per se stesso quindi per un uomo sui 50 anni, proprio per queste ragioni un grande attore dell'età di Emilio Solfrizi potrà restituire al testo un aspetto importantissimo e certe volte dimenticato. Il rifiuto della propria esistenza. La comicità di cui è intriso il capolavoro di Moliere viene così esaltata dall’esplosione di vita che si fa tutt’intorno ad Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti. Una comicità che si avvicina al teatro dell’assurdo, Moliere, come tutti i giganti, con geniale intuizione anticipa modalità drammaturgiche che solo nel ‘900 vedranno la luce. Si ride, tanto, ma come sempre l’uomo ride del dramma altrui. Guglielmo Ferro

Con: Emilio Solfrizzi, Lisa Galantini, Antonella Piccolo, Sergio Basile, Viviana Altieri, Cecilia D’amico, Cristiano Dessi', Pietro Casella, Rosario Coppolino


02/04/2022 Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show

Regia: Massimo Lopez, Tullio Solenghi
Lingua: Italiano
Durata: 120 minuti

Trama: è il duo più famoso che ci sia, il più divertente, il più intelligente: seguito da un pubblico da stadio, che resta folgorato dalle loro imitazioni comiche. Solo loro possono fare due chiacchiere con il premier Giuseppe Conte; nessun altro può evocare insieme in palcoscenico ben due papi contemporaneamente: Bergoglio (lopez) e Ratzinger (solenghi), impegnati nella cucina del loro appartamentino in Vaticano. Ecco qualche scheggia della vita del super spettacolo che i suoi protagonisti hanno intitolato con i loro nomi: ‘’massimo Lopez e Tullio Solenghi Show’’. […] Lo show di questi giorni è uno spettacolone di canzoni famose – di Frank Sinatra e il meglio di Modugno – di folgoranti imitazioni, di pagine di satira che coinvolgono molti santi padri della nostra repubblica televisiva, di imitazioni. Cosi non può mancare il vocione di Pippo Baudo, che presenta gli ospiti di uno dei suoi mille suoi programmi, né un intervento cantilenante di un inconfondibile Maurizio Costanzo show. e qui si precipita, sorridendo, in un numero incredibile di sketch e di fedelissime imitazioni. Qualcosa che non ha alcunché di simile, nemmeno nella memoria del dotatissimo Alighiero Noschese, campione indiscusso della televisione degli anni ‘50-’60. Accompagna lo show la Jazz Company, diretta da Gabriele Comeglio, che dà a tutto l’insieme una bella veste musicale. a ritmo sfrenato entrano ed escono i più famosi e meno famosi; Patti Pravo e Ornella Vanoni. Ed ancora Giampiero Mughini (solenghi) presentato come uno scatenato asso del sesso. Il successo dello spettacolo è già stato sancito dalle duecentoventi repliche già fatte in tutta Italia; a queste se ne aggiungeranno, dopo Roma, altre ottanta. Lo show segue in parte la storia del Trio. In qualche passaggio lo evoca, lo cita, aggiunge storie e personaggi. e il duo getta in palcoscenico una commovente manciata di secondi. Anna è sempre con i suoi compagni…

Con: Massimo Lopez, Tullio Solenghi


04/04/2022 Bloccati dalla neve

Regia: Enrico Maria Lamanna
Lingua: Italiano
Durata: 120 minuti

Trama: Patrick è un uomo di mezza età che vive solitario in un cottage di campagna. Patrick ama stare da solo. Negli anni ha sviluppato una sorta di misantropia. Un giorno però, durante una violentissima tempesta di neve, la sua pace viene turbata. Judith, una donna che vive nel villaggio vicino, bussa alla porta di Patrick chiedendo pane e uova. è interamente coperta di neve. Sui capelli si sono formati addirittura dei ghiaccioli! Patrick, indispettito, la accontenta, sperando che Judith se ne vada presto. Purtroppo per lui le cose si complicano. La tempesta di neve diventa ancora più violenta e un comunicato della polizia intima a tutti gli abitanti dei dintorni di non uscire all’aperto e di barricarsi in casa. Patrick e Judith sono costretti a dover convivere in quella quarantena forzata. Due caratteri forti messi costantemente a confronto,ventiquattro ore su ventiquattro. Lo scontro è inevitabile. Seguono giorni di litigi continui, ma anche di risate e di momenti di pura follia. Riusciranno Patrick e Judith a trovare dei punti in comune, sebbene appartengano a mondi completamente diversi? Diventeranno amici, nonostante tutto, anche dopo la fine della tempesta di neve? snowbound è una commedia brillante che ha come tema la convivenza tra persone diverse, sia per carattere, sia per il modo di concepire il mondo e la vita, in una situazione al limite, di estrema necessità. Lo spettacolo è stato scritto durante il primo lockdown del 2020 da Peter Quilter, autore delle commedie di successo "glorious!" e "end of the Rainbow". Quest’ultimo testo è stato adattato per il film "judy" (2019), premiato agli Oscar

Con: Enzo Iacchetti, Vittoria Belvedere


13/04/2022 Che disastro di commedia

Regia: Mark Bell
Lingua: Italiano
Durata: 130 minuti

Trama: La storia di una compagnia teatrale amatoriale che tenta di produrre un ambizioso spettacolo. Tutto ruota intorno a un misterioso omicidio perpetrato negli anni ’20, nel West End. La commedia è un susseguirsi di errori, strafalcioni, momenti imbarazzanti e disastri provocati dagli attori stessi. La produzione si rivela una catastrofe e gli attori cominciano ad accusare la pressione, andando nel panico. Il testo evidenzia tutte le paure e gli errori che un attore sul palco non vorrebbe e dovrebbe mai commettere. Tutto è studiato nei minimi particolari. Il ritmo incessante dello spettacolo palesa la grandissima fatica fisica che i protagonisti mettono in gioco per rappresentare i disastri che si accumulano in un crescendo senza controllo

Con: Stefania Autuori, Luca Basile, Viviana Colais, Valerio Di Benedetto, Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Igor Petrotto, Marco Zordan


22/04/2022 Va tutto bene

Regia: Max Giusti
Lingua: Italiano
Durata: 100 minuti

Trama: Max Giusti non è impazzito; come tutti gli italiani ha voglia di mettersi alle spalle un periodo no e ritrovare quella meravigliosa “normalità” che una volta, spesso ci trovavamo a criticare! Tra la nostalgia di un passato recente e un presente che nessuno aveva osato immaginare, Max vuole intrattenere il pubblico alla sua maniera, regalando due ore di risate e di spensierato buonumore, in cui poterci illudere che vada veramente tutto bene. è uno show in cui il comico, accompagnato dai suoi fedelissimi musicisti, si confronta costantemente col pubblico, che pian piano diventa parte integrante dello show, perché dopo aver visto gli spettacoli “a porte chiuse” possiamo dirlo: il pubblico è il vero spettacolo!

Con: Max Giusti


27/04/2022 Mistero buffo

Regia: Mario Pirovano
Lingua: Italiano
Durata: 120 minuti

Trama: Mario Pirovano, rimasto folgorato dalla visione del Mistero Buffo nel 1983 a Londra e totalmente affascinato da colui il quale sarebbe poi diventato il suo grande maestro, ha per 25 anni lavorato al fianco di Fo divenendone allievo prediletto e fedele prosecutore in Italia a nel Mondo.

Con: Mario Pirovano


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.